You are here
Home > Novità > Maratonina del Ghibellino 2012 – Vangile (Pt)

Maratonina del Ghibellino 2012 – Vangile (Pt)

Torno a Vangile per la 28a edizione della Maratonina del Ghibellino dopo un po’ di anni. L’ultima volta che l’avevo corsa era il 2009. Prima di arrivare a Vangile, passo a prendere il mio amico Giovanni. Sono riuscito a convincerlo a partecipare a quella che io reputo una delle due più belle competitive (escluso mezze maratone, maratone, ultra) che si corrono in Toscana. La mattinata è ottima per correre. C’è il sole, anche se a tratti viene coperto dalle nuvole e la temperatura è di circa 16°. Alla partenza siamo in circa 1000 partecipanti tra competitiva e non competitiva di 11k. Ci sono anche alcune comitive che arrivano da fuori regione. Subito dopo il via con Giovanni ci separiamo.  Riesco a tenere un passo leggermente più veloce. La prima vera salita, quella che porta al Colle di Buggiano non riesco a correrla e la passeggio come da copione. Una volta arrivati in vetta, c’è un tratto di costa che ci porta a Massa. Questo punto della corsa è molto bello, perché è leggermente ondulato e quindi molto corribile. Dall’ingresso dentro al borgo antico di Massa e fino a Cozzile la cammino tutta. L’antica strada per Cozzile ha delle pendenze proibitive per noi tapascioni. Quando arrivo a Cozzile, mi soffermo a guardare il bellissimo panorama sottostante. In questo punto siamo a circa oltre i 400 mt. slm. Riprendo a correre, il prossimo tratto è quello ci porta dentro al bosco e al passaggio sull’antico Ponte di Barano. Incrocio sulla strada un gruppetto di persone che stanno facendo trekking. Finalmente arrivo in cima al punto più in alto della corsa, circa 438 mt. slm. Esco dal bosco e sono poco sotto Marliana. C’è un tratto di “mangiaebevi” e poi all’altezza del Ristorante il Boschetto, inizia la discesa di via Casorino che in pratica ci riporta a Vangile. Stringo i denti perché inizio ad avere i soliti problemi di nausea, che m’impediscono di correre in modo sciolto. Dopo quasi 5k di discesa, gli ultimi 300 mt. sono in leggera salita e sono un vero e proprio shock. Chiudo in 1h e 18’. Sono soddisfatto perché speravo di finirla almeno in 2h e 20’. Sono riuscito addirittura a far meglio. Dopo un minuto e mezzo, arriva il mio amico Giovanni, anche lui visibilmente soddisfatto. Concludo, facendo i complimenti agli amici del G.P. Massa e Cozzile per la perfetta organizzazione e per il percorso. Bravi!!!

Seguimi
0

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top