You are here
Home > Novità > Firenze-Fiesole-Firenze 2011

Firenze-Fiesole-Firenze 2011

Avevo preso parte alla Firenze-Fiesole-Firenze due volte nel 2007 e nel 2008. Proprio la prima fu memorabile, in quanto fummo colpiti piacevolmente da una fitta nevicata mentre stavamo salendo Fiesole e questa ci accompagnò fino quasi a Coverciano. Quest’anno il clima è decisamente diverso. La mattinata è uggiosa, minaccia pioggia ma fortunatamente non lo fa, inoltre è abbastanza calda per il periodo, ben 13°. La logistica è presso il bellissimo Stadio Ridolfi, impianto dedicato all’Atletica leggera e sede della Firenze Marathon, nonché dell’Expo Martahon. Faccio l’iscrizione e saluto un po’ di amici che hanno scelto come me questa non competitiva fiorentina che vanta ben oltre 30 edizioni. La partenza avviene con un giro di pista e il colpo d’occhio è buono, siamo qualche migliaio di podisti. I primi due chilometri sono pianeggianti, costeggiamo lo Stadio Franchi e poi ci avviamo per la strada che porta a Fiesole. Iniziamo la salita che è lunga ma tutto sommato corribile. Tengo un buon ritmo e non smetto mai di correre. A metà salita mi sorpassa Gianni della Training Consultant di Fulvio Massini. Con lui scambio qualche battuta almeno fino a quando riesco a stargli dietro. Transitiamo da Fiesole che è splendida come sempre e dopo un paio di chilometri dopo svoltiamo per Montebeni e Vincigliata. Ancora un chilometro di salita e intorno al decimo è collocato il punto più alto della corsa oltre 400 mt slm. Da questo momento in poi ci sono 5 km di discesa fino a Coverciano, poi l’ultimo tratto pianeggiante. Costeggiamo di nuovo lo Stadio Franchi e terminiamo la fatica sulla pista di atletica dello Stadio Ridolfi da dove eravamo partiti. Proprio mentre entro all’interno dello Stadio trovo una fila interminabile di podisti in attesa di essere smarcati sul pettorale e di ricevere un tagliando dagli addetti per il ritiro del pacco gara. Se c’è forse una pecca in tutta questa corsa è la lunga attesa per questa pratica e per il successivo ritiro del pacco. In totale impiego quasi 20 minuti che sono decisamente troppi soprattutto quando sei tutto sudato come nel nostro caso. In conclusioni faccio i complimenti per l’organizzazione, anche vorrei dare anche un consiglio. Sulla salita di Fiesole abbiamo trovato un po’ troppe auto a ostruire la nostra corsa e i loro conducenti oltretutto le tenevano in accese. Questo non è il massimo per i polmoni. Magari riuscire a chiudere al traffico in quel tratto di strada per almeno mezzora non sarebbe male. Per la cronaca chiudo la mia fatica in 1h e 38’.

Seguimi
0

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top