You are here
Home > Novità > Maratonina di Carnevale – Santa Croce sull’Arno (Pi)

Maratonina di Carnevale – Santa Croce sull’Arno (Pi)

Forse ho esagerato un po’ troppo. 3 corse in 3 giorni sono tante per la mia struttura fisica e per le mie abitudini podistiche, oltretutto le prime due tirate (soprattutto la seconda). Questa mattina la voglia di andare a correre ha raggiunto i minimi storici, se non fosse stato che la partenza della marcia che era sotto casa e perchè a questa corsa ci sono particolarmente affezionato me ne sarei rimasto comodamente a letto. La temperatura è intorno agli 0° esco di casa e molto lentamente vado alla partenza che dista non più di 300 mt. Sono le 7,30 e gli unici del mio gruppo presenti sono Enrico e sua madre. La novità di questa prima corsa dell’anno per i 3 trofei; 3 Province, Pisano e Lucchese, riguarda il costo dell’iscrizione è stata giustamente adeguata ed è passata a €. 2,50. Alle 8 finalmente arriva Michele e Zoe e subito partiamo ci aspettano 30 km. E’ una discreta mattinata fredda ma con il sole non è sempre presente, ma va bene lo stesso. Si percorre tutta via di Pelle e al Cerri si gira in direzione Ponte a Cappiano. Dopo circa un chilometro ci aspetta la prima durissima salita che quasi tutti gli anni è in programma in questa marcia. L’abbiamo fatta anche di recente per la corsa di Ponte a Cappiano. Saliamo e ci ritroviamo a Poggio Adorno dove svoltiamo in direzione ristorante da Nando e poi percorriamo la strada che porta a Montefalcone e che utilizzo tutte le volte che voglio allenarmi (poche). Primo ristoro ovviamente a tema com’è nello stile degli Spensierati, se non ricordo male riguarda lo Sci. Poco dopo entriamo nella Tenuta del Parco delle Cerbaie ed inizia un bel tratto nel bosco in molti tratti fangoso e molto ondulato con continui saliscendi. Quando usciamo siamo un po’ meno puliti ma sempre contenti. Siamo al secondo ristoro quello del 10° chilometro come tema c’è la Pallavolo. Quì ritrovo do po tanto tempo Giuliana Gallerini che quest’oggi è di servizio. Giuliana è ancora convalescente dopo il brutto incidente dello scorso Aprile ma ci promette che sta per tornare. Ripartiamo prima però mi bevo un tè e mi mangio un occhio di bue offerto dallo sponsor della corsa. Di nuovo scendiamo nel bosco che questa volta però non dura molto, perché torniamo sulla strada asfaltata che ci porta a Staffoli. Il terzo ristoro lo incontriamo dopo Staffoli, arriva un po’ in ritardo siamo intorno al 18° chilometro e se non ricordo male il tema in questo caso è quello del Ciclismo. Di nuovo saliscendi e tanto bosco per almeno 5 km. quando ritorniamo in zona Poggio Adorno e dov’è posizionato il quarto ristorno a tema Tiro a Segno e dove sono posizionate anche le sagome impallinate. Mi mangio per la terza volta un occhio di bue e poi si riparte con Michele e Zoe. Ormai siamo quasi alla fine abbiamo avuto la notizia da quelli di servizio, che i chilometri non sono 30 e questo sinceramente ci fa felici. Ritorniamo in zona Nando e poi la discesa finale che ci riporta in via di Pelle e quindi all’arrivo. Con Michele rimuginiamo negli ultimi chilometri su due proposte di Maratone nuove. La prima fattaci da Gabriella riguarda quella di Terni di metà Febbraio, mentre l’altra è del Franconi e riguarda la Ronda Ghibellina un trail che si svolgerà a fine di questo mese nell’Aretino. All’arrivo i GPS segnano 26 km e 500 mt. abbiamo usufruito di un bello sconto ma va benissimo. Saluto un bel po’ di amici con i quali ci facciamo gli auguri di buon anno, tra questi anche il buon Arturo con la sua Mina che non ha corso ma è venuto ugualmente a trovarci. Voglio fare i complimenti agli Gruppo Podistico o Polisportiva che dir si voglia degli Spensierati che organizzano da anni ed anni questa Maratonina di Carnevale, ancora una volta siete stati perfetti. BRAVI!!!

Seguimi
0

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top