You are here
Home > Novità > Tra le colline empolesi – Empoli (Fi)

Tra le colline empolesi – Empoli (Fi)

Foto corsa Empoli “Tra le colline empolesi” 2009 2Foto corsa Empoli “Tra le colline empolesi” 2009Non capita tutte le domeniche di avere l’imbarazzo della scelta podistica, indeciso fino a ieri sera tardi, ho preso la mia decisione questa mattina dopo la quinta sveglia. Infatti, solo a quel punto (erano le 7 e 10) ho capito che non sarei riuscito ad andare a Cascine di Buti, dove la corsa iniziava alle 8 e avrei ripiegato per la competitiva di Empoli, dove la partenza era fissata alle comode 9. Aperta la porta di casa, il meteo mi ha confermato che avevo fatto la scelta giusta, la mattinata nuovolosa con rischio di pioggia non avrebbe reso facile i 30 km. di Cascine. Debbo essere sincero, stamattina non avevo voglia di correre, non capita molto spesso, stamani avevo addosso la scimmia dell’antipodista. Arrivo a Empoli poco prima delle 8, faccio l’iscrizione, ritiro il pacco gara consistente in una confezione di tortellini e una mortadella e poco dopo incontro gli amici Stefano e Elena. Con loro inizio un amichevole chiaccherata sul nostro gruppo podistico, che come dicono gli americani è “Work in progress”. Poco dopo incontro anche la quarta componente del nostro gruppo, l’immancabile Paola. Alle 9 puntuali si parte, siamo in qualche centinaia, il tempo è nuvoloso ma non piove, affronto i primi 4 km. che sono interamente pianeggianti, in modo alquanto spavaldo, ma alla prima salita, metto le ridotte e salgo lentamente. Il percorso è leggermente modificato, a differenza degli altri anni, non facciamo la salita di Monteboro, quella che ci portava al centro sportivo del Calasanzio, scuola calcio dell’Empoli. In totale facciamo tre salite abbastanza impegnative ed una serie di saliscendi, che rendono il percorso impegnativo e nervoso. L’ultima di queste salite, ci porta in quello splendido posto che è Monterappoli e dopo averlo attraversato facciamo la discesa che ci porta a Corniola e finalmente all’arrivo, dove chiudo i 14 km. in 1h e 12′. Nonostante un dolore alla coscia sinistra, che mi ha perseguitato dal secondo chilometro, finisco abbastanza fresco e contento di non avere preso la pioggia e aver terminato la corsa con le scarpette pulite. Se avessi optato per Cascine di Buti, molto probabilmente il fango non mi avrebbe dato tregua.

Seguimi
0

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top