Pages

Categories

Search



Ponte a Egola Corre – Ponte a Egola (Pi)

by
16 maggio 2011
Novità
commenti

Dopo un mese di corse in lucchesia, in ordine: Marlia, Barga, Cinquale (è Massa ma sul confine) e Pian del Quercione torno a una corsa del pisano. L’occasione è la marcia di Ponte a Egola “Ponte a Egola Corre”. Quindi proprio vicino a casa a 5 minuti d’auto. La mattinata non è delle migliori, il meteo ha messo acqua ma almeno alla partenza non piove. Giovanni da pochi minuti è già partito quindi accelero per raggiungerlo. Quasi all’inizio della prima salita riesco a riprenderlo ed insieme proseguiamo la nostra marcia. Come di solito facciamo il percorso più lungo che oggi è di 22 km. La prima salita è corribile ma sembra quasi interminabile. Nei tratti più duri quando procediamo di passo, inganniamo il tempo chiacchierando e ne approfitto anche per invitarlo a non mancare all’appuntamento di sabato 28 p.v. a Chiesina Uzzanese. Ci sarà la grande festa per celebrare il mito della Discoteca Concorde che ormai da qualche anno ha chiuso i battenti. Anche Giovanni come il sottoscritto, in gioventù ha frequentato questo  locale. Grazie al lavoro dell’amico Mimmo e di tante altre persone del gruppo di Facebook “Quelli della Discoteca Concorde”, tra un paio di settimane potremo per una notte tornare indietro nel tempo. Purtroppo per motivi di sicurezza tutto questo avverrà nel piazzale antistante alla Discoteca. Torniamo alla corsa con le prime gocce di pioggia che iniziano a scendere quando siamo vicini a Montopoli Val d’Arno. Teniamo un ritmo molto allegro dato che chiudiamo la prima ora di corsa con oltre 9 km. percorsi. Costeggiamo Montopoli nel tratto sottostante l’abitato, sulla passeggiata panoramica. Prima di iniziarlo Giovanni mette in guardia un’amica podista sulla pericolosità di questa passeggiata. Le insidie sono rappresentate dagli innumerevoli escrementi di cani disseminati in questo tratto di non più di 500 mt. Quì colpevolmente i proprietari portano i loro amici a defecare senza poi ripulire. Proseguiamo ed arriviamo alla bella Chiesetta denominata “della Madonna del Soccorso”. Ne approfitto per scattare anche una foto. Intanto ha smesso di piovere, ma ormai siamo alle battute finali. A circa 3 km. dalla fine veniamo raggiunti anche dall’amico Enzo Bracciali e ne approfittiamo per fare quattro chiacchere sulla sua passione per Monaco di Baviera e per l’OktoberFest. L’ultimo tratto è rappresentato dalla discesa di Stibbio, poi un chilometro pianeggiante e finalmente siamo all’arrivo. Controllo il mio GPS e i chilometri sono 22 tondi tondi. Ottima marcia, ben organizzata con un percorso che è rimasto quasi inalterato dalle precedenti edizioni. Segno che la corsa funziona bene e i podisti sono soddisfatti.

Related Post

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com